Mortal Kombat | Retrogaming History
Registrati!
  • Mortal Kombat

    Mortal Kombat

    Se nel florido mercato Amiga una nota di demerito può essere mossa, questa va sicuramente alla mancanza cronica di conversioni decenti da coin-op. Sin dalla notte dei tempi, quando Amiga andava come il pane, tanti furono i tentativi di convertire titoli di richiamo molto in voga da sala, pochi nel tempo centrarono il segno. Mortal Kombat versione Amiga può rientrare (seppur per un pelo) tra quest’ultime. Convertito su questa macchina dalla Probe software e prodotto dalla Virgin interactive allo scadere del 1993, Mortal Kombat andò a confrontarsi proprio con Body Blows Galactic del Team-17 in uscita nello stesso periodo, creando una lotta all’ultimo colpo che vide comunque uscire vittorioso il prodotto di casa Midway, portando alla ribalta giocabilità e divertimento, a discapito di grafica e sonoro.


    Parlare oggi del primo Mortal Kombat (originale) è cosa assai difficile. Si richiama alla mente un videogioco che ha segnato un’era, facendo da apripista a un genere, che a sua volta ha sperperato seguiti sino a oggi. Parlare della versione Amiga è cosa ancor più ardua, questo perché se a suo tempo la conversione aveva un senso logico di esistenza che oggi non si trova più tanto facilmente. Chiunque possegga ancora un Amiga ”reale “ in casa, avrà sicuramente affiancato anche un bel PC, e chi con tale PC emula il sistema Amiga, non andrà di certo a cercare questo titolo. Chi giocherebbe Mortal Kombat versione Amiga, quando si può tranquillamente emulare la versione originale da sala giochi? Penso nessuno! Ecco nascere, quindi, la difficoltà nel trovare oggigiorno una giusta collocazione a prodotti come questo, un senso logico di esistenza in un mondo (quello del retrogaming) dominato dalla facile emulazione.
    Allora perché parlare di questa conversione di Mortal Kombat? Perché sprecare fiumi di parole per un prodotto poco appetibile? Semplicemente perché come accennato a inizio recensione, Mortal Kombat può fregiarsi di essere su Amiga una delle poche conversioni da coin-op ben fatta, e scusate se è poco. Tornando col pensiero al passato, all’uscita di tale game, non si può non ricordare l’entusiasmo che provocò questo gioco negli Amighisti. Sprite digitalizzati con dovizia, animazioni ben fatte, colori ben assortiti, sonoro decente (migliore del Mega Drive, ma non all’altezza delle produzioni medie di un certo Allister Brimble qui non tanto in vena), tutte carte in tavola per un buon videogame. Seppur le limitazioni più marcate andavano cercate nel metodo di controllo che costringeva a usare un solo tasto del nostro joystick (non supportato il doppio pulsante) e nel sonoro, che proponeva un solo modulo di sottofondo per ogni stage, Mortal Kombat diventò in poco tempo un must per tutti gli Amighisti affamati di beat’em-up, spazzando via la concorrenza più agguerrita a colpi di fatality e uppercut.

    Dal mio canto, rimane l’incomprensione di una mancata versione AGA. Ben vedendo cosa si poté fare con un vecchio ECS, tutti sapevamo che su macchine dotate del chip-set AGA si sarebbe potuto facilmente rincorrere la conversione perfetta, ma ciò non avvenne. Stessa sorte per la decantata versione CD32, acclamata a gran voce da tutti, ma che alla fin fine non vide mai la luce degli scaffali dei negozi.

    Tutto il resto era lì, dove doveva essere. Fatality, stage segreti, sangue a iosa, e tutta la pura sensazione di far male all’avversario, quest’ultimo elemento assente nella concorrenza targata Team17.

    Comunque sia, Mortal Kombat per Amiga resta uno dei segni più evidenti delle continue lotte affrontate da questa piattaforma e dalla comunità con essa, bistrattata più volte dalle grandi case produttrici e chiusa al mondo del Sol Levante con tutti i suoi eroi. Ma forse è anche in questo che bisogna ricercare la specialità di questo computer, nel doversi rimboccare le maniche e cercare altrove la via del successo, snaturando il concetto stesso di videogame e ricreandolo a proprio modo. Col senno di poi, chi si sarebbe lamentato dell’underground creatosi con software house come BitMap Brothers, Team-17, Psygnosis, Sensible e tanti altri? Credo proprio nessuno...



    "Sebbene sia una gran bella conversione, non posso e non sento il dovere di poterne consigliare assolutamente il ripescaggio. In giro si trovano porting per altri sistemi di ben altra caratura, senza sottolineare la possibilità di emulare direttamente la versione originale da sala giochi. La potrebbero guardare gli occhi nostalgici di chi, nel 1993, possedeva solo Amiga come postazione da gioco. Ecco, a tutta questa fetta di retrogiocatori posso consigliare una partita a questo buon picchiaduro, senza dimenticarci che in seguito fu convertito anche il secondo capitolo, che a conti fatti si rivelò… Beh, questa è un’altra storia."

    Maurizio"Amy-Mor"Tirone




    Altre immagini:







    Commenti 12 Commenti
    1. L'avatar di Jamitov Hymem
      Jamitov Hymem -
      MK è MK, ma quoto la review ci sono conversioni migliori
    1. L'avatar di P.Min
      P.Min -
      ricordo ancora quando venne mio fratello a casa dicendo:

      "ho visto un nuovo gioco allucinante per amiga!!! c'era un tipo che staccava la testa con tutta la spina dorsale!"

      io: davvero su Amiga) ....LO VOGLIO! andiamolo a prendere!

      era 17 anni fa... mi viene da piangere!
    1. L'avatar di Bert
      Bert -
      Mah... lo so, corro il rischio di innescare un vespaio, ma la versione Amiga non era affatto male. Un 7,5 ci stava tranquillamente. La migliore conversione però, secondo il mio modesto parere, è stata quella per i sistemi DOS, e a chi non crede alle mie parole lo inviterei gentilmente a provarla al massimo dettaglio sul DOSBox. Cioè, guardate che roba, sembra il coin-op:

      Spoiler:
    1. L'avatar di musehead
      musehead -
      Si, era di gran lunga la migliore anche rispetto alle console. Cmq meglio spoilerare i video per non allungare troppo la pagina.
    1. L'avatar di Axe_N_Sword
      Axe_N_Sword -
      quoto, la versione pc era praticamente un arcade perfect, tuttavia soprattutto questi giochi me li godo molto di più comodamente seduto in poltrona quindi preferisco tuttora la versione megadrive :P
    1. L'avatar di Robbey
      Robbey -
      Mortal Kombat è una leggenda ludica, averlo su Amiga è un'onore, ma preferisco la versione Megadrive
    1. L'avatar di Dexther
      Dexther -
      Azzo devo prendere il secondo drive per amiga.. altrimenti non mi funziona sul mio 5quino (questa la capiscono i warezzoni come me .. MALEDETTO X-Copy hahahaha )
      Leander docet ..

      (please dont copy this game)
      (Anche questo e un ester egg collegato a un bel gioco di corse amiga scollegando l'audio destro di amiga .. )

      SE le indovinate tutte vi amo !!
    1. L'avatar di AlextheLioNet
      AlextheLioNet -
      Citazione Originariamente Scritto da Dexther Visualizza Messaggio
      (please dont copy this game)
      (Anche questo e un ester egg collegato a un bel gioco di corse amiga scollegando l'audio destro di amiga .. )
      Dovrebbe essere una voce sussurrata che si può ascoltare all'inizio della modulo musicale "Bootup" di Lotus 2 su Amiga... il brano dell'intro/title... ("please don't copy this game")... in pratica un messaggio subliminale
    1. L'avatar di Amy-Mor
      Amy-Mor -
      Ragazzi non usiamo, per piacere, i commenti come un forum...Chiedo pertanto a Dexther di aprire un topic su questa faccenda succulentaPeacez!
    1. L'avatar di Jamitov Hymem
      Jamitov Hymem -
      Citazione Originariamente Scritto da AlextheLioNet Visualizza Messaggio
      Dovrebbe essere una voce sussurrata che si può ascoltare all'inizio della modulo musicale "Bootup" di Lotus 2 su Amiga... il brano dell'intro/title... ("please don't copy this game")... in pratica un messaggio subliminale
      ..sì, è questa - vado a memoria però
    1. L'avatar di Dexther
      Dexther -
      indovinata la prima.
      Per quanto riguarda Mortal Kombat per amiga.
      Piccola curiosità.
      Insieme a Leander il gioco era particamente ingiocabile nella sua versione a due dischetti copiata e giocata su un solo floppy interno amiga (questo perchè la skid row e altri avevano messo un loader troppo corposo e anche parecchio invasivo e il gioco non funzionava con un solo floppy disk) questo gioco in se incorporava una famosa protezzione che con il famoso X-Copy faceva vedere tutti settori dannegiati ( i famosi 777 o 999 non ricordo .. )

      Perciò il gioco copiato fu fatto uscire solo per i possessori di due floppy o per chi aveva una interfaccia modificata per il df1 che ne permetteva la copia 1 a 1 del gioco.
      Cosa che comunque portò a comprare parecchi df1 all'epoca solo per Mortal Kombat e anche a comprarsi il gioco ORIGINALE (io lo avevo )
      Insieme a Leander e stato uno dei giochi meno copiati in termine di warez, si perchè anche oggi se andate a cercarvi su un qualunque tosec che non sia un NO- INTRO leander al secondo stage non funziona, perchè non è presente una piattaforma che ti permette di giocare e andare avanti (se modificavianche un solo off set o altro nella traccia 0 mi pare , il gioco si accorgeva di tutto )
      Per controllare tale impossibilità, dovevi inserire il codice del secondo livello di Leander e se nn ti appariva la scritta Buy original game " eri fortunato
      Poi va bè bastava il codice per il 3 livello .. emm ..
      Grazie Skid Row hehehe
    1. L'avatar di Amy-Mor
      Amy-Mor -
      Citazione Originariamente Scritto da Dexther Visualizza Messaggio
      indovinata la prima.
      Per quanto riguarda Mortal Kombat per amiga.
      Piccola curiosità.
      Insieme a Leander il gioco era particamente ingiocabile nella sua versione a due dischetti copiata e giocata su un solo floppy interno amiga (questo perchè la skid row e altri avevano messo un loader troppo corposo e anche parecchio invasivo e il gioco non funzionava con un solo floppy disk) questo gioco in se incorporava una famosa protezzione che con il famoso X-Copy faceva vedere tutti settori dannegiati ( i famosi 777 o 999 non ricordo .. )

      Perciò il gioco copiato fu fatto uscire solo per i possessori di due floppy o per chi aveva una interfaccia modificata per il df1 che ne permetteva la copia 1 a 1 del gioco.
      Cosa che comunque portò a comprare parecchi df1 all'epoca solo per Mortal Kombat e anche a comprarsi il gioco ORIGINALE (io lo avevo )
      Insieme a Leander e stato uno dei giochi meno copiati in termine di warez, si perchè anche oggi se andate a cercarvi su un qualunque tosec che non sia un NO- INTRO leander al secondo stage non funziona, perchè non è presente una piattaforma che ti permette di giocare e andare avanti (se modificavianche un solo off set o altro nella traccia 0 mi pare , il gioco si accorgeva di tutto )
      Per controllare tale impossibilità, dovevi inserire il codice del secondo livello di Leander e se nn ti appariva la scritta Buy original game " eri fortunato
      Poi va bè bastava il codice per il 3 livello .. emm ..
      Grazie Skid Row hehehe
      Che ricordi...Non potevi aprire un topic nel forum per parlarne meglio?