Benvenuto!

RH è il posto ideale per ogni retrogiocatore che si rispetti. Se vuoi farne parte e poter commentare gli articoli o partecipare alle discussioni del forum, registrati.

Registrati

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.
Spectrum vs C64

Spectrum vs C64

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • AlextheLioNet
    ha risposto
    Originariamente inviato da Chelnov Visualizza il messaggio
    Complimenti ottima spiegazione tecnica Io volevo solo dire che nei giochi a livello audiovisivo e anche mediamente nella giocabilità il c64 era più simile alle console di meta anni 80

    A proposito dell'"impronta consolara" del C64 :


    "Commodore 64 - Origins

    In January 1981, MOS Technology, Inc., Commodore's integrated-circuit design subsidiary, initiated a project to design the graphic and audio chips for a next generation video game console. Design work for the chips was completed in November 1981, but the console project was soon cancelled after a meeting with Commodore president Jack Tramiel. Tramiel wanted the chips to form the base for a sequel to the very popular VIC-20. He proposed that the new system ship with with 64 KB of RAM, which was double the quantity that most home computers contained in late 1981. Although 64 KB of RAM was expensive at the time, Tramiel knew that DRAM prices were falling, and would drop to an acceptable level before full production was reached
    ."

    http://www.experiencefestival.com/a/...ory/id/1246334

    Lascia un commento:


  • Gedeone de Infortunis
    ha risposto
    Originariamente inviato da Chelnov Visualizza il messaggio
    Complimenti ottima spiegazione tecnica Io volevo solo dire che nei giochi a livello audiovisivo e anche mediamente nella giocabilità il c64 era più simile alle console di meta anni 80 che, con tutto il rispetto, allo spectrum e l'msx1. Detto questo, io il C64 non lo possiedo più, ma conservo ancora gelosamente un Philips MSX.

    troppo buono

    adoro tutte le macchine che hai citato sebbene il mio vissuto sia innegabilmente legato più all'8 bit commodore, visto che ha accompagnato la mia infanzia e adolescenza per "appena" 10 anni

    Lascia un commento:


  • Chelnov
    ha risposto
    Complimenti ottima spiegazione tecnica Io volevo solo dire che nei giochi a livello audiovisivo e anche mediamente nella giocabilità il c64 era più simile alle console di meta anni 80 che, con tutto il rispetto, allo spectrum e l'msx1. Detto questo, io il C64 non lo possiedo più, ma conservo ancora gelosamente un Philips MSX.

    Lascia un commento:


  • Gedeone de Infortunis
    ha risposto
    Originariamente inviato da Chelnov Visualizza il messaggio
    Mi sempre ieri di andare in edicola a comprare "special program" con la cassettina da un lato arancione C64 e da un lato blu Spectrum.
    Cmq come esperienza di gioco il c64 era più simile di sicuro a un nes che a uno spectrum... Di fatti la Commodore aveva provato a metterlo anche nel mercato delle console col C64GS

    già....ricordo bene, oltre al fatto che avrei "divorato" volentieri il lato dedicato allo spectrum, invidiandone in alcuni casi la qualità grafica dagli screenshots e giocando a riconoscere i titoli originali che si celavano dietro a quei nomi strambi

    Il confronto col NES ci può stare, anche se la palette era ben superiore (54 contro 16) ma stranamente non sono riuscito a contare più di 12 colori in una schermata (a differenza dei 16 tutti su schermo del c64), mentre gli sprites, sebbene in HW fossero di più erano soggetti a delle limitazioni abbastanza stringenti in larghezza rispetto al c64 (ecco spiegato il flickerio che affligge parecchi giochi nintendo): 8 pixel contro i 12 (24 in modalità espansa) del VIC II(ma anche in altezza non raggiungevano i 21 pixel di quelli del c64)....una differenza che diventa importante quando si tratta di raggruppare sprites per rappresentare a video un boss di fine livello di dimensioni ragguardevoli o di allineare ad es. una fila di nemici.

    In compenso sul NES la modalità multicolore (l'unica disponibile ) non raddoppiava la dimensione dei pixel come sul C64 (cosa abilmente dribblata però in parecchi titoli sovrapponendo sprites monocromatici),

    http://en.wikipedia.org/wiki/Sprite_...rdware_sprites


    mentre il SID era imparagonabile ai suoni più grezzi del NES
    Ultima modifica di Gedeone de Infortunis; 13-12-2013, 16:54.

    Lascia un commento:


  • Chelnov
    ha risposto
    Mi sempre ieri di andare in edicola a comprare "special program" con la cassettina da un lato arancione C64 e da un lato blu Spectrum.
    Cmq come esperienza di gioco il c64 era più simile di sicuro a un nes che a uno spectrum... Di fatti la Commodore aveva provato a metterlo anche nel mercato delle console col C64GS

    Lascia un commento:


  • GFS
    ha risposto
    Noto con piacere che la discussione C64 VS Spectrum coinvolge tante persone a 30 anni di distanza!
    Ultima modifica di GFS; 11-12-2013, 00:45.

    Lascia un commento:


  • AlextheLioNet
    ha risposto
    Originariamente inviato da Caporale Jonlan Visualizza il messaggio
    Lo Spectrum poteva anche essere penalizzato, in ambito strettamente videoludico, dalla mancanza di circuiti dedicati agli sprite hardware (così come del resto altre macchine diffuse all'epoca pure in ambito videoludico come gli Amstrad CPC 464 e gli MSX), ma ciò non ha impedito che si giungesse anche su quella macchina a risultati che hanno dell'incredibile, se si considera la sua dotazione così "spartana". Inoltre, il fatto che lo AY sia "tecnicamente inferiore" al SID poi non impedisce che vi si possano realizzare pezzi che non sfigurano affatto rispetto al precedente chip. Peraltro, Yerzmyey (se non vado errato) ha inventato egli stesso una modalità similare a quella da te descritta.

    Dire che il C64 è "audiovisivamente superiore" allo Spectrum è anch'essa un'affermazione che può essere influenzata dalla percezione soggettiva. Io per esempio non ho mai digerito i pixel enormi e i colori slavati (a mio modesto giudizio) del display del C64, preferendo di gran lunga i colori vividi e l'alta risoluzione dello Spectrum, di fronte alla quale sono disposto anche a tollerare il color clash Ma ripeto, questa è una valutazione soggettiva Si tratta di uno "stile" diverso, a chi piace di più l'uno, a chi l'altro. Poi se parliamo di sprite o cose del genere è chiaro che il C64 aveva, almeno sulla carta, un vantaggio.
    Non è che lo Spectrum "poteva anche essere penalizzato, in ambito strettamente videoludico, dalla mancanza di circuiti dedicati agli sprite hardware", lo Spectrum era penalizzato (e non poco) da questa mancanza, come del resto gli Amstrad e, in parte, gli MSX (questi ultimi in primis sul fronte dello scrolling, visto che, se non vado errato, l'MSX può gestire i rinomati "sprite hardware"... fino a 32... sia pur con notevoli limitazioni su dimensione, colori e numero di elementi visualizzabili su una singola scanline). Poi c'era il neo dello scrolling, il rinomato "hardware assisted scrolling" / fine scroll del C64 era realmente una marcia in più consentita dai c.d. "fine-scrolling registers" che, insieme agli 8 sprite hardware e ad una buona programmazione lo rendevano apprezzabilmente "consoloso".

    Anch'io sono sempre piacevolmente colpito dai coder che gettano il codice oltre l'ostacolo, quelli che considero i McGyver videoludici dell'eroica 8-bit era (tra questi annovero anche il grande Chris Butler), ma questo non mi impedisce di fare determinate considerazioni sulle effettive potenzialità audiovisive dei rispettivi sistemi. D'altra parte tu stesso hai significativamente scritto "ma ciò non ha impedito che si giungesse anche su quella macchina a risultati che hanno dell'incredibile, se si considera la sua dotazione così 'spartana'"... pensiero che coincide perfettamente con il mio, quando apprezzo titoli che valorizzano appieno un Atari ST (guarda mamma... senza chip custom! -tanto per dirne una, salvo rarissime eccezioni, su ST il "fine horizontal scrolling" a 50 Hz, o sync-scrolling era "materiale da demo"), come Wings of Death, Lethal Xcess, Gods, The Chaos Engine, Xenon II, Nebulus, Vroom, Another World, No Second Prize, Turrican II, Lotus Esprit Turbo Challenge...

    In definitiva non sto in alcun modo svalutando lo Spectrum... anche perchè queste considerazioni prescindono dal valore globale del sistema in quanto computer (nè Spectrum nè C64 sono console), ma cercando viceversa di soppesare le rispettive potenzialità sul fronte videoludico di questi sistemi... potenzialità che continuo a ritenere superiori sul fronte Commodore (il che peraltro era in linea con il prezzo più impegnativo di quest'ultimo -lo ZX era sì "spartano", ma costava anche meno del C64... differenza di prezzo che si sarebbe ripresentata nella 16-bit era, con un Atari ST inizialmente più economico dell'Amiga).

    A mio modo di vedere, la frase "il C64 è 'audiovisivamente superiore' allo Spectrum" non è tanto un'affermazione, quanto un puro e semplice dato di fatto.
    Ultima modifica di AlextheLioNet; 13-12-2013, 17:01.

    Lascia un commento:


  • Caporale Jonlan
    ha risposto
    Lo Spectrum poteva anche essere penalizzato, in ambito strettamente videoludico, dalla mancanza di circuiti dedicati agli sprite hardware (così come del resto altre macchine diffuse all'epoca pure in ambito videoludico come gli Amstrad CPC 464 e gli MSX), ma ciò non ha impedito che si giungesse anche su quella macchina a risultati che hanno dell'incredibile, se si considera la sua dotazione così "spartana". Inoltre, il fatto che lo AY sia "tecnicamente inferiore" al SID poi non impedisce che vi si possano realizzare pezzi che non sfigurano affatto rispetto al precedente chip. Peraltro, Yerzmyey (se non vado errato) ha inventato egli stesso una modalità similare a quella da te descritta.

    Dire che il C64 è "audiovisivamente superiore" allo Spectrum è anch'essa un'affermazione che può essere influenzata dalla percezione soggettiva. Io per esempio non ho mai digerito i pixel enormi e i colori slavati (a mio modesto giudizio) del display del C64, preferendo di gran lunga i colori vividi e l'alta risoluzione dello Spectrum, di fronte alla quale sono disposto anche a tollerare il color clash Ma ripeto, questa è una valutazione soggettiva Si tratta di uno "stile" diverso, a chi piace di più l'uno, a chi l'altro. Poi se parliamo di sprite o cose del genere è chiaro che il C64 aveva, almeno sulla carta, un vantaggio.

    Se mi passi il paragone un po' azzardato, Bach ha scritto pezzi meravigliosi per clavicembalo, che non risultano "migliori" se suonati su un pianoforte. Fuor di metafora, sullo Spectrum sono stati realizzati per primi titoli che hanno fatto la storia dell'intrattenimento su home computer, da Atic Atac a Knight Lore, da Ant Attack a Manic Miner, da Football Manager a Deus Ex Machina, da Tir Na Nog a Laser Squad. Cicalino o AY, color clash, bicromia o multicolore, alla fine importa relativamente. Il fatto che ci siano ancora migliaia di appassionati sparsi per il mondo e che si produca ancora software videoludico distribuito commercialmente, seppure in scala ovviamente imparagonabile rispetto a 25 anni fa (Cronosoft, World XXI Soft., Relevo Videogames solo per fare qualche nome) lo dimostra meglio di ogni altra cosa.
    Ultima modifica di Caporale Jonlan; 10-12-2013, 21:37.

    Lascia un commento:


  • AlextheLioNet
    ha risposto
    Originariamente inviato da Caporale Jonlan Visualizza il messaggio
    Sì, in effetti il confronto è imbarazzante quando confrontiamo le versioni Spectrum di tutti quei giochi che ho citato prima (Cobra, Chase HQ, Amaurote, Super Hang-On ecc.) con i loro omologhi C64 Oppure se mettiamo in conto quanti titoli Code Masters o Mastertronic - tra la cui pletora si celavano piccoli gioielli come le saghe di Dizzy o di Magic Knight - erano programmati prima su Spectrum e poi trasposti pari pari su C64, col risultato di rallentarli a causa delle differenze di architettura tra lo Z80A e il 6510. La stessa cosa avveniva talvolta anche in produzioni a prezzo pieno, per esempio Deactivators, Saboteur I/II o Laser Squad.
    L'ipotetico confronto tra C64 e ZX Spectrum dovrebbe tener conto del prezzo meno impegnativo di quest'ultimo e vertere prevalentemente sul fronte non videoludico in un'ottica di rapporto qualità/prezzo, visto che, almeno in ambito VG, la macchina Sinclair è inevitabilmente penalizzata.
    Al di là delle performance delle rispettive CPU, peraltro forse non facilmente risolvibili con il netto primato dell'una o dell'altra ( http://www.c64italia.altervista.org/spectrumcpu.html ), sono i "4 chip dedicati (VIC-II, SID e due 6526 per l' I/O)" a fare la differenza a favore del C64 in ambito grafica/sonoro, "mentre nello Spectrum tutto il carico di lavoro resta sulle spalle dello Z80".
    Poi le differenze nella valorizzazione dei rispettivi sistemi legate alla perizia di determinati coder, grafici e musicisti... come dire... stanno nel gioco... fermo restando che il C64 è e resta audiovisivamente superiore allo ZX Spectrum, nonché al ZX Spectrum 128 dotato, se non vado errato, di 128 kB di RAM e di chip audio Yamaha AY-3-8912.

    Originariamente inviato da Caporale Jonlan Visualizza il messaggio
    Riguardo l'audio, dal settembre 1985, lancio del primo Spectrum 128K, in poi, quindi per più della metà della sua vita commerciale, lo Spectrum potè contare sul chip AY-8912, il quale, specie quando messo in mani di "mostri sacri" come Tim Follin o David Whittaker, o in tempi più recenti Yerzmyey o Alan "Factor 6" Petrik non sfigura affatto di fronte al blasonato (peraltro giustamente) SID. Quasi tutte le maggiori produzioni commerciali a prezzo pieno, e buona parte di quelle "budget", dal 1987 fino al 1993, anno di uscita di scena dello Spectrum dal mercato informatico, lo utilizzavano.
    Sono un appassionato di chip music e conosco il chip AY-3-8912 per aver posseduto un Atari ST, sistema che ne montava un parente stretto, il YM2149F.
    In effetti sono rimasto stupito per quello che determinati musicisti sono riusciti ad ottenere da questo PSG... già a partire dalle vecchie produzioni AtariSTiche di Jochen Hippel, per poi virare sulla demoscene, ricca di sfruttamenti davvero intensivi dell'YM2149F.
    Tornando all'AY-3-8912, bisogna dire appunto che già a suo tempo Tim Follin o David Whittaker riuscivano a valorizzarlo a dovere... ma facevano anche di meglio con il SID... e non c'è da stupirsene. Il chip audio del Commodore 64, infatti, è un PSG particolarmente flessibile che, se affidato ad autori di talento, riesce a rivaleggiarie con chip FM, teoricamente superiori a livello di sintesi.

    Che il AY-3-8912 sia tecnicamente inferiore al SID, lo testimonia eloquentemente il nome dato ad una tecnica relativamente avanzata (e non del tutto gratuita in termini di carico di lavoro sulla CPU) che garantiva al chip YM2149F in dotazione all'Atari ST (ripeto: parente strettissimo dell'AY-3-8912) una certa "somiglianza sonora" con l'audio del C64. Questa tecnica si chiamava (e si chiama) "SID-voice" ("SID-Voice is a great sound trick on the ATARI, because of low CPU consuming and great sound effects. It sounds a bit like C64 so that's why musicians call it "SID-Voice". On a real ATARI, SID-Voice uses a CPU interrupts to produce a square tone, wich is mixed to the original YM2149 tone." - http://leonard.oxg.free.fr/ymformat.html -).
    Ultima modifica di AlextheLioNet; 10-12-2013, 19:18.

    Lascia un commento:


  • Caporale Jonlan
    ha risposto
    Sì, in effetti il confronto è imbarazzante quando confrontiamo le versioni Spectrum di tutti quei giochi che ho citato prima (Cobra, Chase HQ, Amaurote, Super Hang-On ecc.) con i loro omologhi C64 Oppure se mettiamo in conto quanti titoli Code Masters o Mastertronic - tra la cui pletora si celavano piccoli gioielli come le saghe di Dizzy o di Magic Knight - erano programmati prima su Spectrum e poi trasposti pari pari su C64, col risultato di rallentarli a causa delle differenze di architettura tra lo Z80A e il 6510. La stessa cosa avveniva talvolta anche in produzioni a prezzo pieno, per esempio Deactivators, Saboteur I/II o Laser Squad.

    Questo per dire semplicemente che ogni piattaforma ha le sue glorie e i suoi scheletri nell'armadio, e se andassimo a contarli, non ne usciremmo più, proprio come quando da ragazzini si discuteva se fosse più forte Hulk o La Cosa. Dato che non abbiamo più 14 anni, non mi pare il caso di indulgere oltre in questo

    Riguardo l'audio, dal settembre 1985, lancio del primo Spectrum 128K, in poi, quindi per più della metà della sua vita commerciale, lo Spectrum potè contare sul chip AY-8912, il quale, specie quando messo in mani di "mostri sacri" come Tim Follin o David Whittaker, o in tempi più recenti Yerzmyey o Alan "Factor 6" Petrik non sfigura affatto di fronte al blasonato (peraltro giustamente) SID. Quasi tutte le maggiori produzioni commerciali a prezzo pieno, e buona parte di quelle "budget", dal 1987 fino al 1993, anno di uscita di scena dello Spectrum dal mercato informatico, lo utilizzavano.

    Anche il color clash poteva essere aggirato da una gestione competente del display, come han dimostrato non pochi programmatori, cominciando con Don Priestley e finendo con Ariel Ruiz.

    In quanto alle porte joystick, il vecchio 48K aveva la porta posteriore multifunzione in cui poteva essere inserito un joystick Kempston (io avevo quello "famigerato" della Altai), così come la Interface II oppure una pletora di interfacce di terze parti per poter inserirne altri. Dal +2 in poi (1986) se ne ebbero due standard a 9 pin.

    Precisato ciò vorrei solo dire, sine ira et studio, quanto risulta dalla mia personale esperienza sul C64 (che, ripeto, possiedo e funziona!) e sulle varie generazioni di Spectrum - a scanso di equivoci, possiedo un esemplare funzionante di ogni modello ufficiale prodotto; del +2A e del 48K ne possiedo due

    In generale i giochi "nati" su una macchina riuscivano meglio su quella. I giochi "trasposti" da Spectrum a C64 lo dimostrano, così come pure la maggior parte dei titoli di case spagnole come Dinamic, Topo Soft o Opera Soft; su Spectrum (e Amstrad, anch'esso assai diffuso in terra iberica) i migliori di essi facevano faville, mentre su C64 il più delle volte erano OK ma niente di che. Questo era dovuto alla prassi di appaltare le trasposizioni Commodore a team di sviluppo esterni, i quali raramente riuscivano a "rendere" come gli originali.

    All'opposto, i titoli originati su C64 furono pure trasposti su Spectrum con alterne fortune. Esempio tipico, i titoli Epyx e Access. Alcuni non "tradivano" più di tanto l'esperienza dell'originale (Beach Head, Leader Board, Raid Over Moscow, Impossible Mission). Altri erano accettabili ma risentivano maggiormente della differenza in termini di grafica e audio, per cui alla fine anch'essi risultavano OK ma non notevoli come gli originali (Beach Head II, World Games, Zaxxon). Altri ancora erano semplicemente raccapriccianti (Super Cycle, California Games).

    Per quanto riguarda le conversioni da coin-op, dobbiamo premettere che nessuna delle due macchine poteva mai competere con l'hardware di cui disponeva un qualsiasi gioco arcade, per cui alla fine si trattava per forza di cose di adattamenti. Qua entrava in gioco l'abilità dei programmatori nel rendere "convincente" l'adattamento. Il C64 aveva da questo punto di vista un vantaggio grazie alla gestione hardware degli sprite nei giochi di movimento veloce, mentre la riuscita della versione Spectrum dipendeva assai più dall'abilità (o mancanza di essa) di chi se ne occupava.

    Infine ci sono tre giochi che avrei voluto vedere anche su Spectrum: Maniac Mansion, Zack McKraken And The Alien Mindbenders e Apollo 18. Per i primi due posso consolarmi con il bellissimo da vedere e da ascoltare - anche se un po' breve! - Twilight Land Of Shadows, ma per il terzo...

    Originariamente inviato da biometallo Visualizza il messaggio
    Che poi alla fine vale anche per le macchine, stabilire chi sia il più potente tra c64 e Speccy credo sia ormai inutile, quello che conta sono le esperienza e le soddisfazioni che hanno dato e che sono in grado di dare tutt'oggi...
    Pienamente d'accordo
    Originariamente inviato da biometallo Visualizza il messaggio
    E comunque il C64 era il più migliore assai.
    Se è così, lo Spectrum era il più migliore assaissimo
    Ultima modifica di Caporale Jonlan; 10-12-2013, 18:09.

    Lascia un commento:


  • biometallo
    ha risposto
    Originariamente inviato da GFS Visualizza il messaggio
    [...] e questo perché la sua cpu era sensibilmente più veloce ed efficiente rispetto a quella del C64,.
    Quoto te perché sei stato l'ultimo a scriverlo, ma sebbene questa sia una credenza molto diffusa potrebbe anche non essere del tutto vera...

    http://www.appuntidigitali.it/2774/e...o-z80-a-35mhz/
    Qui un'aprofondita analisi dei due processori che termina così:

    Ci troviamo, quindi, con due filosofie completamente diverse nell’approccio alla computazione. Difficile, se non impossibile, stabilire quale dei due processori fosse mediamente più veloce, se non su singoli e ben precisi pezzi codice.
    L’unica cosa certa che rimane, alla fine, è che hanno dato tantissime soddisfazioni a chi li ha usati…
    Che poi alla fine vale anche per le macchine, stabilire chi sia il più potente tra c64 e Speccy credo sia ormai inutile, quello che conta sono le esperienza e le soddisfazioni che hanno dato e che sono in grado di dare tutt'oggi...

    E comunque il C64 era il più migliore assai.

    Lascia un commento:


  • GFS
    ha risposto
    Faccio la premessa che avevo lo Spectum e all'epoca si sceglieva un computer e non lo si sostituiva/affiancava con l'altro in nessun caso, salvo rarissime eccezioni. Si era o "spectrumista" o "sessantaquattrista", punto e basta.
    Detto questo, dal punto di vista ludico le differenze erano imbarazzanti, quasi tutte a favore del C64. Aveva più colori, un sonoro anni luce davanti. Gli unici titoli in cui lo Spectrum poteva essere migliore erano quelli in 3D, che all'epoca erano necessariamente in grafica wireframe, cioè poligoni (pochi) con solo gli spigoli disegnati, niente facce piene né tantomeno texture, e questo perchè la sua cpu era sensibilmente più veloce ed efficiente rispetto a quella del C64, e in quel genere di giochi l'hardware dedicato alla gestione di sprite e fondali del Commodore non poteva essere utilizzato. Un altro titolo che ha del miracoloso per lo Spectrum è Knight Lore, ma stiamo parlando di eccezioni.
    Ad ogni modo, grazie ad un chip sonoro molto avanzato per l'epoca, alla possibilità di gestire la grafica bitmap più rapidamente e con più colori su schermo senza particolari limiti (leggasi "conflitto di attributi" sullo Spectrum che costringeva ad avere grafica costituita da blocchi di 8x8 pixel di due colori), alla presenza di due porte joystick contro nessuna, il C64 era decisamente migliore in ambito ludico. Io avevo lo Spectrum e mi divertivo comunque, molti miei amici il C64 e i loro giochi erano sicuramente migliori (anche se onestamente all'epoca non lo avrei mai ammesso ).
    In pratica la situazione era molto simile a quella che si è creata nella generazione successiva tra Amiga e St. Se poi il discorso riguarda utilizzi quali programmazione o altro, le cose cambiano e se ne potrebbe parlare, ma il sito su cui stiamo discutendo si chiama RETROGAMING.
    Ultima modifica di GFS; 10-12-2013, 10:50.

    Lascia un commento:


  • LordSNK
    ha risposto
    Originariamente inviato da AlextheLioNet Visualizza il messaggio
    Detto proprio a grandi linee, lo ZX Spectrum aveva due vantaggi di rilievo rispetto al C64: era decisamente più economico e aveva una CPU più veloce (oltre che una marcia in più sul BASIC, credo più avanzato sulla macchina Sinclair). Per tutto il resto c'è (Mastercard) il Commodore 64. Un confronto sul fronte delle prestazioni audiovisive era a conti fatti difficilmente proponibile, visto che il (più costoso) C64 risultava vincitore su quasi tutta la linea, mentre, se non vado errato, il "rivale" Sinclair recuperava qualche punto sui soli giochi in grafica vettoriale, ovvero laddove contava la sola CPU e non aiutava il VIC-II.

    Penso che un paragone in ambito grafica & audio potrebbe dar luogo, sia pur ancora una volta con cautela e comunque mooolto a grandi linee, ad una proporzione di questo tipo:

    C64:ZX=Amiga:ST
    mi pare di capire che era meglio il commodore 64!Nn ho mai giocato con lo spectrum!

    Lascia un commento:


  • Gedeone de Infortunis
    ha risposto
    ok, ok. Ho già a suo tempo sfogliato la tua Spectrumpedia (a proposito, i miei complimenti), ma sarà difficile schiodare dalla mia testa che il c64 sia tecnologicamente più avanzato del "piccolo" ZX. Al massimo può crescere la mia stima per lo Spettro nero. Dopotutto c'era un motivo per cui un mio amico con lo spectrum veniva a casa mia a giocare a Ghosts'n Goblins sbavando per i colori e la musica... Verissimo che Lightforce era migliore su Spectrum (sul c64 faceva cagare ma aveva una musica favolosa, oggettivamente irriproducibile sul piezoelettrico dello Speccy), ma quando si parla di conversioni da coin-op come alien syndrome, bubble bobble, Salamander o Kung Fu Master i giochi mi sembrano oggettivamente migliori su c64 (e poi ci sarebbe un certo Last Ninja 2), non mi serve certo il parere di WoS o dell'altro sito in questione. Entrambe le macchine hanno i loro massimi esponenti, ad es. ad un R-Type su Spectrum c'è un Katakis su C64....ad un Wec Le mans (che ho recensito sul mio blog) su Zx c'è un Turbo Charge su 64..

    Il sito in questione è stato sbugiardato da un sito devoto allo Spectrum...davvero strano
    Ultima modifica di Gedeone de Infortunis; 18-11-2013, 00:28.

    Lascia un commento:


  • Caporale Jonlan
    ha risposto
    Non è che mi arrabbio (ho ben altri motivi per rovinarmi la salute, purtroppo...), è che hai fatto delle affermazioni ultrageneriche, stereotipate e pure discretamente offensive. Come se io dicessi che i giochi del C64 sono spessissimo pieni di pixelloni oscenamente grandi, con il verde che è quasi indistinguibile dal marrone, che se non ci fosse il coprocessore grafico il povero 6510 singhiozzerebbe maldestramente nel 90% dei casi ecc. ecc.

    Giochi come North & South, Cobra, Dan Dare III, Savage, Thundercats, Into The Eagles Nest, Thunderceptor, R-Type, Zynaps, Exolon, Twilight: Land of Shadows, e tanti altri che non voglio citare perché non intendo cominciare il gioco perverso "la mia versione è bella la tua fa schifo". non sono né lenti, né monocromatici, né scattosi, e il sonoro non è composto da pernacchiette.

    Tra parentesi la grafica monocromatica può anche essere elegante, come in tempi recenti ha dimostrato, mutatis mutandis, Limbo. Anche se questa è più che altro questione di gusti. Vedansi come esempi paradigmatici certi giochi di guida quali WEC Le Mans, Turbo Esprit, Enduro Racer o Chase HQ.

    La mancanza di sprite, come hanno dimostrato programmatori come Jonathan Smith, Dominic Robinson, i fratelli Stamper ecc. non è un problema se si conoscono le particolarità della gestione del display dello Spectrum.

    Peraltro in tempi recenti sono usciti giochi che visualizzano sprite in movimento in multicolore a riga di pixel - simile a quella del clone Timex TC2068 - senza bisogno di hardware aggiuntivo (a differenza delle nuove modalità grafiche impiegate dai cloni ex-URSS), grazie allo ZXodus Engine di Andrew Owen, modificato da Einar Saukas in BIFROST Engine.

    Il chip AY è capace di non sfigurare affatto di fronte al SID, specie quando lo usano persone come Tim Follin, David Whittaker o (in tempi più recenti) Yerzymyey.

    Insomma, il tuo giudizio mi pare quantomeno un tantinello affrettato... tutto qui.

    Scusa se insisto, ma ti chiedo di dare un'occhiata al mio libro, e forse qualche idea più dettagliata rispetto a qualche impressione soggettiva te la farai (tieni presente che la Spectrumpedia non è un panegirico dello Spectrum, anzi in non pochi punti ne mette a nudo i limiti oggettivi).

    P.S. io un C64 ce l'ho, e pure funzionante; ci ho giocato circa 500 titoli sopra (e non sono rimasto a Fort Apocalypse...) per cui anch'io so di cosa parlo

    P.P.S: le castronerie di quel sito olandese sono state ampiamente sbugiardate da tempo sul forum di World of Spectrum... Exolon su C64 migliore che su Spectrum? Ma se su Spectrum ci è nato! Ma va'! Lo stesso dicasi per Light Force. Dan Dare per Spectrum è molto diverso dalla versione C64, è proprio un altro gioco, quindi non si può confrontare.
    In altri casi poi le differenze in termini di grafica o gameplay sono trascurabili (vedi Wizball o Myth) oppure il tipo usa criteri quantomeno discutibili, per esempio le icone di Zoids secondo lui sono più belle sul C64 che sullo Spectrum!
    Chissà poi come mai il tipo non cita Chase HQ, Cobra, WEC Le Mans, Star Wars, R-Type, Thundercats, Army Moves, Game Over, Bomb Jack, Amaurote, Turbo Esprit, Empire Strikes Back, tutti i giochi della Tiertex (magari non dei capolavori su Spectrum, ma orribili su C64)... o giochi che per il C64 non sono mai usciti come Quazatron o Where Time Stood Still.
    Insomma, un vero sito da fanboy, non proprio un esempio obiettivo... E qui mi fermo perché sto giocando a quel gioco perverso di cui sopra
    Ultima modifica di Caporale Jonlan; 18-11-2013, 00:13.

    Lascia un commento:

Sto operando...
X